Le nostre notizie

A ROMA IL RISVEGLIO DEL POPOLO EUROPEO


 

Nella riunione del Consiglio di Presidenza del 4 aprile, il Movimento Europeo – Italia (CIME) ha sviluppato un’analisi e diverse riflessioni sui risultati ottenuti dall’iniziative promosse dai movimenti europeisti e federalisti nonché dalla rete “Cambiamo rotta all’Europa” il 24 ed il 25 marzo a Roma.


L’aver insistito, a tutti i livelli, affinché le celebrazioni ufficiali fossero accompagnate da momenti significativi di mobilitazione popolare è stata riconosciuta da tutti i membri del Consiglio di Presidenza. Essi hanno anche ritenuto un risultato particolarmente prezioso anche per il futuro l’aver costruito con determinazione e perseveranza la Coalizione “Cambiamo rotta all’Europa”, composta ormai da 120 organizzazioni italiane ed europee per manifestare il sostegno della società civile organizzata al progetto europeo e al suo completamento secondo le linee ed i valori condivisi del Manifesto di Ventotene.


Durante la riunione si è anche avuto un dibattito approfondito sul testo della Dichiarazione di Roma ed è stata approvata una Nota in 10 punti, che sintetizza la posizione del CIME sul futuro dell'Europa.


Si ricorda che il CIME ha promosso ed ha collaborato durante la settimana tra il 20 ed il 25 marzo a numerosi eventi, in particolare:


Il 24 presso l’Aula Magna dell’Università “Sapienza” di Roma si è svolto Il Forum della Coalizione "Cambiamo rotta all’Europa” dalle 14 alle 24 organizzato con il sostegno della Rappresentanza italiana della Commissione europea e di Euro Sapienza, insieme ai Movimenti europei di Francia e di Spagna ed il contributo di Poste Italiane. Vi hanno partecipato più di 500 studenti oltre ad esponenti della società civile, della politica e dell'arte, uniti dalla volontà di creare un'Europa di solidarietà, uguaglianza, giustizia, pace, sostenibilità e democrazia.


I lavori si sono articolati in 3 sessioni principali:


- Prima sessione: “Dalle città e dai territori per un’Europa democratica e solidale: beni comuni, lavoro, inclusione, difesa del territorio, cittadinanza sovranazionale"
-  Seconda sessione: “Conoscere, comunicare,dialogare, consultare: i giovani e l’Europa”
-  Terza sessione: “Europa, terra di diritti: solidarietà, uguaglianza, giustizia, pace, democrazia”


Non sono mancati momenti artistici come una serie di letture, recitate da Fabrizio Gifuni e Monica Guerritore, nonché due Concerti: "L'Europa messa in musica" da Alexian Santino Spinelli e la sua Orchestra Europea per la Pace (Direttore Antonio Cericola) e "L’Europa al ritmo del Jazz" di Dino Pesole e la sua Scoop Jazz Band.


Per accedere al programma completo dell’iniziativa


Per una galleria fotografica dell’evento


Per poter accedere alla registrazione audio del Forum


Il 25 marzo, molti responsabili del Movimento Europeo e delle organizzazioni membre e/o aderenti alla coalizione “Cambiamo rotta all’Europa” hanno preso parte al corteo della “March for Europe”che ha sfilato dalla Bocca della Verità fino al Colosseo per chiedere un'Europa solidale, democratica e federale nel giorno dell'anniversario dei sessant'anni della firma dei trattati di Roma.
Una manifestazione di grande impatto con un grande successo di partecipazione stimato a quasi 10.000 presenze, ed accompagnata da molti autorevoli interventi dal palco, tra i quali anche quello del presidente del CIME.


Per accedere ad una galleria fotografica della marcia

Per accedere alla registrazione video degli interventi dal palco

Le celebrazioni del sessantesimo anniversario della firma dei trattati di Roma e le attività organizzate dal Consiglio Italiano del Movimento europeo hanno avuto spazio su diversi media europei. Giornali, radio e televisioni hanno pubblicato servizi, l’ufficio stampa del CIME ha realizzato un’apposita rassegna stampa.


Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo il banner, scorrendo la pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Se vuoi saperne di più vai alla Cookies Policy.